Search Bolton
    indietro
    Bolton Group

    Rio Mare e WWF insieme per la tutela delle mangrovie in Ecuador

    WWF e i nostri brand Rio Mare, Isabel, Cuca e Saupiquet avviano una collaborazione volta alla conservazione di oltre 7.000 ettari di foresta di mangrovie in Ecuador, il Paese che possiede il 31% di questo ecosistema marino in tutto il Sud America.

    Le foreste di mangrovie rappresentano un’importante risorsa per il Pianeta e una sorprendente soluzione per mitigare gli effetti del cambiamento climatico e preservare l’equilibrio tra gli ecosistemi, grazie alla loro capacità di contribuire alla riduzione di CO2 nell’atmosfera.

    Queste foreste, però, sono fortemente minacciate dagli interventi di antropizzazione: ad oggi, si stima, infatti, che oltre il 67% dell’habitat storico delle mangrovie sia stato perso o degradato in tutto il mondo. (Fonte: Global Mangrove Alliance)

    Proprio alla tutela di questo importante patrimonio ambientale e al sostegno delle comunità locale di pescatori ecuadoriani è orientato il progetto di conservazione delle mangrovie in Sud America, avviato da WWF Ecuador in partnership con i nostri brand Rio Mare, Isabel, Cuca e Isabel, che proseguirà fino al 2024 con l’obiettivo di portare un valore concreto al territorio in termini di sostenibilità ambientale, economica e sociale.

    IL RUOLO STRATEGICO DELLE FORESTE BLU

    Mangrovie, foreste algali, praterie di Posidonia oceanica costituiscono le “foreste blu”, una risorsa ancora poco conosciuta ma che ha una funzione fondamentale nella lotta al cambiamento climatico: questi ecosistemi marini e costieri sono, infatti, in grado di stoccare un quantitativo per ettaro di anidride carbonica fino a 9 volte superiore rispetto alle foreste tropicali.

    Le foreste di mangrovie rappresentano una risorsa preziosa: oltre a contribuire alla lotta al cambiamento climatico e al mantenimento dell’equilibrio dell’ecosistema marino, sono anche in grado di preservare la biodiversità fornendo rifugio a numerose specie marine e terrestri, filtrare l’acqua e regolare il flusso dei nutrienti, oltre a proteggere le coste dal fenomeno dell’erosione causato in parte dall’aumento del livello dell’oceano e dalle mareggiate sempre più frequenti. A causa degli interventi di antropizzazione, la copertura di mangrovie si è ridotta in modo sostanziale.

    Sospese tra la terra e il mare, le foreste di mangrovie sono, quindi, un tesoro prezioso per l’Ecuador, dove si trova il 31% di questo ecosistema marino di tutto il Sud America. Cuore pulsante è il Golfo di Guayaquil, che ospita l’80% delle mangrovie del Paese.

    IL PROGRAMMA DI CONSERVAZIONE

    Proprio in questo Golfo prende il via il programma di conservazione avviato grazie alla collaborazione dei nostri brand e WWF, che ad oggi interessa già 6.089 ettari di mangrovie, cui se ne aggiungeranno altri 1.000 che verranno messi sotto tutela. Si tratta di un progetto impattante, volto a proteggere e rigenerare questo habitat naturale, che influisce positivamente anche sulle attività di pesca e sull’economia delle popolazioni autoctone.

    La conservazione delle mangrovie, infatti, permette indirettamente il supporto delle comunitĂ  locali di pescatori ecuadoriani che utilizzano le risorse ittiche legate a questo ecosistema come principale fonte di reddito e di sostentamento.

    Il progetto prevede di usare lo strumento delle concessioni alle comunitĂ : concessioni date dal Ministero dell’Ambiente alle comunitĂ  locali che per dieci anni avranno la possibilitĂ  di improntare la propria microeconomia sulla protezione delle mangrovie, il loro utilizzo sostenibile e lo sviluppo sostenibile del settore della pesca ad esse legato (principalmente “ghost crabs”) e trarre quindi un vantaggio diretto da una migliore gestione di questo patrimonio naturale.